top of page
logo.png
  • Una Citazione Al Giorno

Le frasi più belle di Hermann Hesse

Aggiornamento: 16 dic 2022

Qui sono raccolte le frasi più belle di Hermann Hesse estrapolate dai suoi libri più importanti come "Siddharta", "Sull'amore", "Narciso e Boccadoro" e "Il lupo nella steppa".



Tu avevi in cuore una visione della vita, una fede, un postulato, eri pronto ad agire, a soffrire, a sacrificarti... e poi ti accorgesti a poco a poco che il mondo non chiedeva affatto gesta e sacrifici e cose simili, che la vita non è un poema sublime con personaggi eroici, bensì una buona stanza borghese dove ci si accontenta di mangiare e bere, di prendere il caffè e di far la calza, di giocare a tarocchi e di ascoltare la radio. E chi pretende quelle altre cose, le cose belle ed eroiche, il rispetto dei grandi poeti o la venerazione dei santi è uno sciocco, un Don Chisciotte.

Dal libro "Il lupo nella steppa"



Alcune persone pensano che aggrapparsi alle cose le renda più forti, ma a volte si necessita di più forza per lasciare andare che per trattenere.

Hermann Hesse



Siddharta non fa nulla. Siddharta pensa, aspetta, digiuna, ma passa attraverso le cose del mondo come la pietra attraverso l'acqua, senza far nulla, senza agitarsi: viene scagliato, ed egli si lascia cadere. La sua meta lo tira a sé, poiché egli non conserva nulla nell'anima propria, che potrebbe contrastare a questa meta.

Dal libro "Siddharta"



L'amore non vuole avere, vuole soltanto amare.

Dal libro "Sull'amore"



Chi ha imparato ad ascoltare gli alberi non brama più di essere un albero. Brama di essere quello che è. Questa è la propria casa. Questa è la felicità.

Dal libro "La Natura ci parla"



Il male nasce sempre dove l'amore non basta.

Dal libro "Sull'amore"



Ciò che conta è tutto dentro di noi; da fuori nessuno ci può aiutare. Non essere in guerra con se stessi, vivere d'amore e d'accordo con se stessi: allora tutto diventa possibile. Non solo camminare su una fune, ma anche volare.

Hermann Hesse



La mia storia non è amena, non è dolce e armoniosa come le storie inventate, sa di stoltezza e confusione, di follia e sogno, come la vita di tutti gli uomini che non intendono più di mentire a se stessi.

Dal libro "Demian"



Ecco, vedi, io mi sono innamorato due volte nella vita, ma sul serio, e tutt'e due le volte ero sicuro che sarebbe stato per sempre e fino alla morte, e tutt'e due le volte è finita e non sono morto.

Dal libro "Knulp"



Io vivo nei miei sogni. Anche gli altri vivono nei sogni, ma non nei loro, ecco la differenza.

Dal libro "Demian"



La maggior parte degli uomini, Kamala, sono come una foglia secca, che si libra e si rigira nell'aria e scende ondeggiando al suolo. Ma altri, pochi, sono come stelle fisse, che vanno per un loro corso preciso, e non c'è vento che li tocchi, hanno in se stessi la loro legge e il loro cammino.

Dal libro "Siddharta"



Se tuttavia so cos'è l'amore, è per merito tuo. Te ho potuto amare, te solo fra gli uomini. Tu non puoi misurare ciò che significhi. Significa la sorgente in un deserto, l'albero fiorito in un terreno selvaggio. A te solo debbo che il mio cuore non sia inaridito, che sia rimasto in me un punto accessibile alla grazia.

Dal libro "Narciso e Boccadoro"



Ma se per la tua gioia hai bisogno del permesso degli altri, sei proprio un povero sciocco.

Dal libro "Il lupo nella steppa"



“Mai più!” ordinava la sua volontà. “Domani, ancora!” implorava singhiozzando il suo cuore.

Dal libro "Narciso e Boccadoro"



Le parole non colgono il significato segreto, tutto appare sempre un po' diverso quando lo si esprime, un po' falsato, un po' sciocco, sì, e anche questo è bene e mi piace moltissimo, anche con questo sono perfettamente d'accordo, che ciò che è tesoro e saggezza d'un uomo suoni sempre un po' sciocco alle orecchie degli altri.

Dal libro "Siddharta"



La felicità è amore, nient'altro. Felice è chi sa amare.

Dal libro "Sull'amore"



Si ha paura di migliaia di cose, del dolore, dei giudizi, del proprio cuore; si ha paura del sonno, del risveglio, paura della solitudine, del freddo, della follia, della morte. Specialmente di quest'ultima, della morte. Ma sono tutte maschere, travestimenti. In realtà c'è una sola paura: quella di lasciarsi cadere, di fare quel passo verso l'ignoto lontano da ogni certezza possibile... c'è una sola arte, una sola dottrina, un solo mistero: lasciarsi cadere, non opporsi recalcitrando alla volontà dell'Esistenza, non aggrapparsi a niente, né al bene né al male. Allora si è redenti, liberi dalla sofferenza, liberi dalla paura.

Hermann Hesse



La maggior parte degli uomini non vuol nuotare prima di saper nuotare". Spiritosa, vero? Certo che non vogliono nuotare. Sono nati per la terra, non per l'acqua. E naturalmente non vogliono pensare: infatti sono nati per la vita, non per il pensiero. Già, e chi pensa, chi concentra la vita nel pensiero può andare molto avanti, è vero, ma ha scambiato la terra con l'acqua e a un certo momento affogherà.

Dal libro "Il lupo nella steppa"



Anche un orologio fermo segna l'ora giusta due volte al giorno.

Dal libro "Il giuoco delle perle di vetro"



Parlare: ecco la via più sicura per fraintendere, per rendere tutto piatto e insulso.


Dal libro "Klein e Wagner"



Un bravo artista è destinato ad essere infelice nella vita: ogni volta che ha fame e apre il suo sacco, vi trova dentro solo perle.

Hermann Hesse



Come corpo ogni uomo è uno, come anima mai.

Dal libro "Il lupo nella steppa"



Per questo mondo odierno, semplice, comodo, di facile contentatura, tu hai troppe pretese, troppa fame, ed esso ti rigetta perché hai una dimensione in più. Chi vuol vivere oggi e godere la vita non deve essere come te o come me. Chi pretende musica invece di miagolio, gioia invece di divertimento, anima invece di denaro, lavoro invece di attività, passione invece di trastullo, per lui questo bel mondo non è una patria...

Dal libro "Il lupo nella steppa"



L'amore non bisogna implorarlo e nemmeno esigerlo. L'amore deve avere la forza di attingere la certezza in se stesso. Allora non sarà trascinato, ma trascinerà.

Dal libro "Demian"



In ogni gioia c'è questo di splendido, che arriva immeritata e che non si può mai comperare.

Hermann Hesse



Non bisogna credere alle persone che parlano dei loro difetti. Certa gente si ritiene perfetta solo perché pretende poco da se stessa.

Dal libro "Sull'amore"



Tutto questo un giorno sarebbe stato per lui un ricordo, un piccolo libro illustrato nel cuore. Già allora, mentre ci viveva ancora in mezzo, cominciava a sfuggirgli, perdeva di realtà, diventava fantasma, si trasformava in passato.

Dal libro "Narciso e Boccadoro"

30 visualizzazioni0 commenti

Post correlati

Mostra tutti

Le frasi più belle di Charles Bukowski tratte dai suoi libri migliori come "Storie di ordinaria follia", "Sull'amore", "Compagno di sbronze"

Raccolta di aforismi, frasi e poesie più belle di Alda Merini sull'amore, sulla vita, sulla solitudine e gli anni difficili in manicomio.

bottom of page