top of page
logo.png
  • Una Citazione Al Giorno

Le frasi più belle delle poesie di Charles Bukowski

Aggiornamento: 13 gen

Raccolta delle poesie più belle di Charles Bukowski tratte dai suoi più importanti libri come "L'amore è un cane che viene dall'inferno", "Il canto dei folli" e "Quando eravamo giovani".



c'è un posto nel cuore che non sarà mai colmato uno spazio e anche durante i momenti migliori e le ore più belle lo sapremo lo sapremo più che mai c'è un posto nel cuore che non verrà mai colmato e aspetteremo e aspetteremo in quello spazio.

Dalla poesia "niente da fare"



se hai intenzione di provare, vai fino in fondo. altrimenti, non cominciare neanche. se hai intenzione di provare, vai fino in fondo. potrebbe voler dire perdere la ragazza, la moglie, i parenti, il lavoro, e forse anche la testa. andare fino in fondo. potrebbe voler dire non mangiare per tre, quattro giorni. Potrebbe voler dire gelare su una panchina del parco. potrebbe voler dire la prigione, potrebbe voler dire la derisione, lo scherno, l'isolamento. l'isolamento è il premio, tutto il resto è un test di resistenza, per vedere fino a che punto sei veramente disposto a farlo. e tu lo farai nonostante i rifiuti e le peggiori probabilità di successo e sarà meglio di qualunque cosa tu possa immaginare. se hai intenzione di provare, vai fino in fondo. non c'è una sensazione al pari di questa . sarai da solo con gli Dei e il fuoco incendierà le tue notti. fallo, fallo, fallo. fallo. fino in fondo fino in fondo. cavalcherai la tua vita dritto verso una risata perfetta, è l'unica battaglia buona che ci sia.

Dalla poesia "Tira i dadi"



E ricordati che ti penso, che non lo sai ma ti vivo ogni giorno, che scrivo di te.

Dalla poesia "Non ho smesso di pensarti"



la cosa più immensa della bellezza è scoprire che se ne è andata.

Dalla poesia "il dramma della fine"



nessuno può salvarti se non tu stesso e vale la pena di salvarti. è una guerra non facile da vincere ma se c'è qualcosa che vale la pena vincere è questa. pensaci pensa al fatto di salvare il tuo io. il tuo io spirituale. il tuo io viscerale. il tuo io magico che canta e il tuo io bellissimo. salvalo. non unirti ai morti-di-spirito. mantieni il tuo io con umorismo e benevolenza e alla fine se necessario scommetti sulla tua vita mentre combatti, fottitene dei pronostici, fottitene del prezzo solo tu puoi salvare il tuo io.

Dalla poesia "solo tu"



Siamo nati così in mezzo a tutto questo in un posto dove le masse trasformano i cretini in eroi di successo.

Dalla poesia "dinosauria, noi"



mi hanno sempre irritato tutti gli anni le ore, i minuti che gli ho regalato lavorando come un mulo mi ha fatto seriamente male alla testa mi ha fatto male dentro mi ha stordito e mi ha fatto diventare pazzo non riuscivo ad accettare questi miei anni assassinati eppure i miei compagni di lavoro non davano segni di agonia, anzi molti di loro sembravano addirittura soddisfatti e vederli così mi faceva impazzire quasi quanto quel lavoro monotono e insensato i lavoratori sottostavano il lavoro li annientava venivano raccolti col cucchiaino e buttati via mi irritava ogni minuto ogni minuto mentre veniva mutilato e nulla alleviava la noia ho valutato l'ipotesi del suicidio mi sono bevuto le poche ore di libertà ho lavorato per decenni ho vissuto con la peggiore specie di donne e loro hanno ucciso quello che il lavoro non era riuscito ad uccidere sapevo che stavo morendo. qualcosa dentro mi diceva continua così, muori, spegniti, diventa come loro, accettalo e poi qualcos'altro dentro diceva no, salva un pezzetto minuscolo non importa che sia molto basta solo una scintilla una scintilla può incendiare un'intera foresta solo una scintilla salvala penso di esserci riuscito sono fiero di esserci riuscito che stramaledetta fortuna .

Dalla poesia "scintilla"



e allora datemi la carica come a un giocattolo fatemi cadere oltre il bordo del tavolino da caffè dove il cielo si butta in mare - verso l'ultima fine indicibile

Dalla poesia "Giubba rossa"



non ho più voglia di innamorarmi, solo al pensiero di una che senza un vero motivo mi invade e tutto distrugge. ed io lì, sempre quello che ama di più. e poi tutte le stronzate, il pensarti, il voler volere, il voglio, ti voglio, ancora. No! Non ho voglia di innamorarmi e di perdermi. Ho solo voglia di te.

Dalla poesia "Non ho voglia di innamorarmi"


lei era magia incompresa, ma io l'avevo capita.

Dalla poesia "lei"

41 visualizzazioni0 commenti

Post correlati

Mostra tutti
bottom of page