Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da agosto, 2022

Avere

(Illustrazione di Emiliano Ponzi) In questa vita niente e nessuno ci appartiene davvero, e arriva il momento in cui ognuno di noi deve restituire qualcosa al mondo. Valentina D'Urbano, Tre gocce d'acqua

Felicità

Era quella la felicità, ma quando la vivi non la riconosci perché la felicità non è come nei film, non senti salire una musica sognante, e quando io l'abbracciavo, si stringeva forte al mio collo affinchè proprio io la difendessi da quello che stavo per svelarle. Giampaolo Simi, Senza dirci addio

Verità

(Opera di Nicolas Odinet) Forse Nietzsche aveva ragione, forse non c'era alcuna verità, non esisteva verità nemmeno nella stessa verità, non esisteva niente di simile alla verità. Ma la sua mente si stancò in fretta e fu contento di tornarsene alla sedia a sdraio e assopirsi. Jack London, Martin Eden

Amore

(Opera di Jack Vettriano) Ogni amore conduce al cannibalismo. Ora lo so. Prima o poi i nostri cuori divideranno, se non l'oggetto del nostro affetto, noi stessi. Tiffany McDaniel, L'estate che sciolse ogni cosa

Felicità

(Opera di Steven J. Levin) Era quella, dunque, la felicità? Ci bastava così poco, per sentirci felici. Tanto varrebbe morire da piccoli, se dopo non riusciamo più a provarla, quella felicità. Pino Cacucci, L'elbano errante

Speranza

(Illustrazione di Audrey Billy) L'uomo vuole sempre sperare. Anche quando è convinto di essere disperato. Alberto Moravia, Il disprezzo

(Opera di Owen Gent) nessuno può salvarti se non tu stesso e vale la pena di salvarti. è una guerra non facile da vincere ma se c'è qualcosa che vale la pena vincere è questa. pensaci pensa al fatto di salvare il tuo io. il tuo io spirituale. il tuo io viscerale. il tuo io magico che canta e il tuo io bellissimo. Charles Bukowski

Coraggio

(Opera di Tim Eitel) Ma in fondo serve più coraggio per continuare a vivere che per suicidarsi. Albert Camus, La morte felice

Verità

Ecco, non bisognerebbe mai dire ai bambini il gatto è scappato, se è morto, perchè aspettano che torni e poi quando molto tempo dopo capiscono che è morto non perdonano l'inganno. È più difficile, sì, ma è necessario. Concita De Gregorio, Così è la vita

Risposta

«Quando ero piccola, più o meno dell’età di Kenji, cercai di ingannare mia madre. Non era molto diversa da Obaachan, cocciuta e convinta di essere sempre nel giusto. Decisa a metterla in difficoltà con un indovinello ingegnoso, finsi di avere un uccellino immaginario dietro la schiena. Le chiesi: “L'uccellino che ho nascosto è vivo o morto? Cosa rispondi?”. Risi, orgogliosa, sapendo che non potevo perdere. Se avesse risposto “Morto”, avrei finto di liberarlo, così sarebbe volato via davanti ai suoi occhi. Se avesse detto “Vivo”, avrei simulato una pressione per stringere il collo dell'animaletto. «Osservai mia madre mentre rifletteva sull'enigma e ripetei la domanda, pronta a godermi il mio momento. “Allora, qual è la risposta? L'uccellino è vivo o morto?” Mia madre alzò il mento, sorrise e disse: “La risposta è nelle tue mani”.» Ana Johns, La donna dal kimono bianco

Mare

Chi riesce a guardare la vertiginosa estensione del mare senza chiudere gli occhi ha accesso ad una parte dell'eternità. Niels Bohr

Silenzio

(Fotografia di Clark et Pougnaud) Una striscia di sole scivolò lungo l'orlo della scrivania e cadde senza rumore sul tappeto. Raymond Chandler, Addio mia amata

Abituarsi

(Fotografia che ritrae Audrey Hepburn) Io no. Non mi abituo mai a niente, io. Chi si abitua a tutto tanto vale che muoia. Truman Capote, Colazione da Tiffany

Danno

(Fotografia che ritrae Frida Kahlo e Diego Rivera) Ho subito due gravi incidenti nella mia vita. Il primo è stato quando un tram mi ha travolto e il secondo è stato Diego. Frida Kahlo

Amore

(Fotografia tratta dal film "The Notebook") In qualche remoto istante della nostra coscienza si verifica l'imprinting dell'oggetto amoroso, con caratteristiche talvolta fisiche, talvolta psichiche, talvolta di entrambi i generi. Ciascuno di noi ha un disegno segreto dell'amore, una formula agganciata al cuore. E sono qualità impalpabili. Rosa Montero, La pazza di casa

Amore

(Illustrazione di Holly Warburton) Perché l'Amore, a cui ora possiamo tornare, ha due volti: uno bianco e l'altro nero; due corpi: uno liscio, l'altro villoso; ha due mani, due piedi, due unghie; ogni membro, insomma, doppio, e l'uno è l'esatto opposto dell'altro. Eppure sono così strettamente connessi che non è possibile separarli. Virginia Woolf, Orlando

Vita

(Fotografia di Ezgi Polat) Non c'è nessuna coerenza nelle nostre vite. Ci siamo solo noi, che la reclamiamo. A creare l'universo non può che essere stato uno scrittore fallito. Fabio Stassi, La lettrice scomparsa

Avere

(Opera di Teun Hocks) Per poco che abbia, un uomo, s'accorge che potrebbe aver anche di meno. Charles Bukowski, Storie di ordinaria follia

Amore

(Opera di Albert F. Laurens) Se parlate d'amore, parlate piano. William Shakespeare, Molto rumore per nulla

Sentire

«Ce ne sono tante, di cose che non riesco a dirti». «Chissà se verranno fuori, in caso di necessità». Ci abbracciamo, e mentre sento il suo cuore che batte ho l'impressione di camminare su un campo che ho inutilmente minato. Walter Siti, Troppi paradisi

Imperfezione

(Illustrazione di Giulia Rosa) Non esistono la donna giusta o l'uomo giusto. Ed è un bene, dato che è molto più divertente mettersi a cercare le cose giuste nell'uomo o nella donna sbagliati. Perché questo accada, bisogna provare a essere sbagliati in maniera onesta, scommettere perfino sui nostri difetti, invece che indossare travestimenti cuciti con aspettative irrealistiche, nostre o altrui non fa differenza. Matteo Bussola, L'invenzione di noi due

Passato

(Fotografia tratta dal film "Il Grande Gatsby") «Per sempre» fa riferimento al futuro, nella nostra concezione comune, ma «sempre» comprende in realtà anche il passato, e questo non si estingue mai e non si cancella mai del tutto. Javier Marías, Berta Isla

Desiderare

(Illustrazione di Mark Smith) Ci poniamo delle mete, ne diventiamo schiavi. Siamo talmente impegnati a realizzarle, che non ci rendiamo conto che nel frattempo sono cambiate. Eshkol Nevo, La simmetria dei desideri

Enfasi

(Digital Art di Murat Yıldırım) Noi facciamo quello che dobbiamo, ma gli diamo dei nomi altisonanti. Ralph Waldo Emerson

Profitto

(Illustrazione di Andrea De Santis) Ogni nostro atto è regolato dalle leggi dell'economia. Quando ci svegliamo al mattino barattiamo il riposo con il profitto. Quando andiamo a letto la sera, rinunciamo a ore potenzialmente redditizie per recuperare le forze. E durante la giornata ci impegnano innumerevoli transazioni. Ogni volta che troviamo la maniera di minimizzare le fatiche e aumentare il guadagno stiamo stipulando un accordo commerciale, anche se solo con noi stessi. Questi negoziati sono talmente radicati nella nostra routine che li notiamo appena. Ma la verità è che la nostra esistenza ruota intorno al profitto. Tutti aspiriamo a una maggiore ricchezza. La ragione è semplice e la si trova nella scienza. Poiché nulla in natura è stabile, non ci si può limitare a conservare ciò che si ha. Proprio come tutte le altre creature viventi, o prosperiamo o scompariamo. Questa è la legge fondamentale che governa l’intero ambito della vita. Hernan Diaz, Trust