Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da 2022

Infelicità

(Illustrazione di Karolis Strautniekas - Lithuania) L'infelicità non ti è piombata addosso di colpo, non si è abbattuta su di te all'improvviso; si è piuttosto infiltrata, insinuata lentamente, quasi soavemente. Ha impregnato minuziosamente la tua vita, i tuoi gesti, le tue ore e la tua stanza, come una verità a lungo camuffata, come un'evidenza negata; tenace e paziente, tenue, accanita, si è impadronita delle crepe sul soffitto, delle rughe sul tuo viso nello specchio incrinato, delle carte da gioco distese sulla panca; si è infilata nella goccia d'acqua dell'acquaio sul pianerottolo, è risuonata ogni quarto d'ora al campanile di Saint-Roch. Georges Perec, Un uomo che dorme

(Illustrazione di Guy Billout) Andavo in cerca di me stesso e facevo a tutti, tranne che a me stesso, domande di cui io, e soltanto io, potevo rispondere. Ralph Ellison, Uomo invisibile

Consapevolezza

(Opera di Jack Vettriano - Man in mirror) Tutto è lì a portata d'occhio, in realtà tutto è visibile da molto presto nelle relazioni come nei racconti onesti, è sufficiente osare guardarlo, un solo istante racchiude il germe di molti anni a venire e quasi della nostra storia intera - un solo istante carico e grave - e se vogliamo la vediamo e la percorriamo già. Javier Marías, Il tuo volto domani

Sventura

(Opera di Jack Vettriano - The Weight) Lua thu vang, gian nan thu suc: il fuoco è la prova dell'oro, la sventura quella dell'uomo forte. Nguyễn Phan Quế Mai, Quando le montagne cantano

Amore

(Fotografia che ritrae Natalie Wood) Poi lui richiamò e io ributtai all'aria tutte le mie resistenze, i miei impegni, i buoni propositi, il mio amor proprio, l'orgoglio, tutte le ore perse a ragionare su cosa fosse giusto cosa no. Sara Rattaro, Un uso qualunque di te

Dio

(Fotografia tratta dal film "Il Grande Gatsby") Se ci sei tu, Dio, dietro tutto, quello che fai compiere qua dentro non è giusto. Tu, non noi, dovresti chiedere perdono​. Daniele Mencarelli, La casa degli sguardi

Felicità

(Illustrazione di Guy Billout) La felicità è un lampo. Chiede di essere vissuta, non misurata. Se ti metti lì con in metro o la bilancia sei destinato al fallimento. Daniele Mencarelli, Sempre tornare

Sbagliare

(Opera di Denis Fremond) Ecco come sappiamo di essere vivi: sbagliando. Philip Roth, Pastorale americana

Infedeltà

(Fotografia tratta dal film "Anna Karenina") Con lui aveva intuito che l'infedeltà poteva significare fedeltà verso se stessa. Marco Missiroli, Fedeltà

Sognare

(Illustrazione di Kevin Lucbert) “Viaggiare, viaggiare,” esclamò zia Violet, “sarebbe anche il mio sogno.” “I sogni sono inganni,” disse Meerke. “Non sognare anche,” ribatté zia Violet. Hugo Claus, La sofferenza del Belgio

Vita

Pensi che a te non succederà mai, che sei l'unica persona al mondo a cui queste cose non succederanno mai e poi, a una a una, cominciano a succederti tutte, esattamente come succedono a tutti gli altri. Paul Auster, Diario d'inverno

Sogno

Il sogno di un romanzo era più resistente di altri tipi di sogno. Si poteva interromperlo a metà di una frase e risaltarci dentro quando si voleva. Jonathan Franzen, Crossroads

Segreti

(Illustrazione di Julia Pilipchatina) Ci portiamo dietro il passato come le balene che nel grasso della pancia conservano le ossa di quando camminavano. Mentre nuotano, enormi balene, i pesci le guardano e non sospetterebbero mai che quei grandi animali al loro fianco prima respiravano aria e camminavano sulla terra. Forse neanche le balene lo ricordano, ma lo sanno dentro. Lo sa il loro corpo e quel segreto lo custodiscono nella pancia, sedimentato nel grasso di quella nuova vita. Anche Teresa si portava addosso i suoi segreti come le balene. Arianna Cecconi, Teresa degli oracoli

Ottimismo

(Illustrazione di Crystal Perez) Ma spesso chi è ottimista, benché si aspetta un bene maggiore da quel che poi capita, non sempre paga le sue speranze con una depressione in proporzione. Si limita a lasciar perdere per tornare a sperare. Jane Austen, Emma

Leggere

Per ogni libro che riconosco ce ne sono venti che non so cosa siano. Di solito ciò mi rincuora - mi viene una gran voglia di leggerli tutti. Paul Collins, Al paese dei libri

Sofferenza

(Fotografia tratta dal film "Singin' in the Rain") Il dolore è inevitabile, ma la sofferenza è facoltativa. Isabel Allende, Lungo petalo di mare

Silenzio

Gli uomini civilizzati non sanno più cos'è la vera calma e devono prendere lezioni di silenzio dal mondo selvaggio, prima che il mondo li accetti. Karen Blixen, La mia Africa

Incontro

Una donna si innamora delle tue mani, perché da quelle capisce se la sai proteggere, accarezzare, sostenere, trattenere, possedere. Alessandro D'Avenia, Ciò che inferno non è

Parole

(Illustrazione di Sergio Ingravalle) Aveva ragione la maestra Rosaria: le parole sono armi. Non solo quelle difficili, anche quelle ordinarie, che ballano in bocca agli ignoranti. Viola Ardone, Oliva Denaro

C'è un posto dentro di noi, remoto e sconosciuto. Gli ipnotisti lo chiamano "la stanza perduta". Nessuno sa esattamente dove si trovi e come ci si arrivi. È una specie di ripostiglio dove negli anni accantoniamo tutto ciò che non ci piace di noi stessi o le scorie del nostro inconscio. Di solito le cose più segrete che, a volte, perfino noi ignoriamo o ci rifiutiamo di vedere. Gli istinti impuri, i pensieri reconditi, le paure inesplorate, i desideri più aberranti. Donato Carrisi, La casa senza ricordi

Donarsi

(Fotografia tratta dal film "Lussuria - Seduzione e tradimento") Con te ho capito che il piacere non è qualcosa che si prende o che si dà. C'è un modo di darsi e di invocare il donarsi dell'altro. Noi ci siamo interamente dati l'uno all'altra. André Gorz, Lettera a D.