Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Marzo, 2021

Assenza

(Illustrazione di Darek Grabus) La distanza è un fatto geometrico. L'assenza no. Orporick

Amore

(Fotografia che ritrae Clint Eastwood e Maggie Johnson) A quarantatré anni compiuti, William Stoner apprese ciò che altri, ben più giovani di lui, avevano imparato prima: che la persona che amiamo da subito non è quella che amiamo per davvero e che l'amore non è una fine ma un processo attraverso il quale una persona tenta di conoscerne un'altra. John Williams, Stoner

Amore

Ma in fondo: cos'è l'amore se non questo immenso strabordante sentimento a vuoto? Teresa Ciabatti, La più amata

Camminare

Soprattutto non perdere la voglia di camminare: io, camminando ogni giorno, raggiungo uno stato di benessere e mi lascio alle spalle ogni malanno; i pensieri migliori li ho avuti mentre camminavo, e non conosco pensiero così gravoso da non poter essere lasciato alle spalle con una camminata... ma stando fermi si arriva sempre più vicini a sentirsi malati... perciò basta continuare a camminare, e andrà tutto bene. Bruce Chatwin, Le vie dei canti

Fine

(Fotografia tratta dal film "Chemical Hearts") Le storie a lieto fine sono solo storie che non sono ancora finite. Dal film "Mr. e Mrs. Smith"

Cicatrici

(Fotogramma tratto dal film "Chemical Hearts") Quando sei adolescente le sostanze chimiche nel tuo cervello ti spingono a prendere decisioni che ti allontanano dalla sicurezza dell'infanzia e ti trascinano verso la giungla dell'età adulta. Un'amica una volta mi ha detto che gli adulti sono solo bambini con le cicatrici, sopravvissuti al limbo dell'adolescenza. Ora uscite e osservate il mondo attraverso questo prisma, guardate i vostri genitori, i vostri fratelli più grandi, guardate gli estranei per strada, guardateli ed immaginate che ad un certo punto della loro vita anche loro hanno percorso lo stesso corridoio, anche loro hanno provato l'insostenibile solitudine, l'insopportabile sensazione di impotenza e oscurità dell'essere giovani. Di solito pensiamo che le cicatrici siano brutte o imperfette, sono cose che vogliamo nascondere o dimenticare, ma non vanno mai via. Mentre scrivo questo, ho finalmente capito che le cicatrici non so

Mentire

Non si protegge una persona con una menzogna. Marc Levy, Se potessi rivederti

Scuola

Qualcuno ti dirà che la scuola serve solo se riesce a trovarti un lavoro. Non credergli. La scuola serve se riesce a fornirti gli strumenti per gestire un sentimento, smascherare un ciarlatano e ammirare un tramonto, non solo una vetrina. Massimo Gramellini, Prima che tu venga al mondo

Scoprire

(Fotografia di Georgie Pauwels) Si può sempre andare oltre, oltre - non si finisce mai. Jack Kerouac, Sulla strada

Sensibilità

Questa mia sensibilità è una fortuna, ma che nascondo come fosse una colpa. Marco Dell'Amura, Debolezze

Silenzio

(Fotografia di Michal Zahornacky) Il silenzio è bello, non imbarazzante. La tendenza umana ad avere paura di qualcosa di bello è imbarazzante. Elliott Kay

Amore

(Opera di Zipcy) "Sei così bello" gli aveva detto un giorno Andrée "che mi piacerebbe fare l'amore con te davanti a tutti..." Georges Simenon, La camera azzurra

Cuore

Quando la tenerezza e il dolore sono troppo vicini si rischia di bruciare il proprio cuore. Si rischia di perdere la memoria di ciò che si è stati. Eppure può accadere, a chi riesce a trovare il filo della propria salvezza, di trattenere qualcosa. Federico Pace, Controvento

Istinto

(Fotografia tratta dal film "Titanic") E poi pensai che solo l'intensità del corpo riesce a far sparire la sensazione di fugacità della vita, l'angoscia della morte. La sola cosa che vince la morte è vivere qualche minuto senza nessuna filosofia, senza nessuna morale; non più animali nobilitati dal soffio divino, ma solo e semplicemente animali. Alicia Giménez-Bartlett, Gli onori di casa

Aspettare

(Opera di Philippe Charles Jacquet) Avevo addirittura sperato che se avessimo resistito fino ad allora, magari... Ma ci vogliono ancora dieci anni... troppi giorni. Potrei sopportare gli anni, Eva, ma non i giorni. Lionel Shriver, ...e ora parliamo di Kevin

Braci

(Fotografia tratta dalla serie tv "Il Commissario Montalbano - Il metodo Catalanotti") Il rogo che avvampò tutta notte E che ti arse fino alla più fonda radice Alla prima chiaria, si smorzò, perse impeto e vigoria, mutò il suo rauco ruggire in un balbettante crepitio. Poi tacque, per sempre. Era, lo sapevi, l'ultimo fuoco concessoti dagli Dei nel tuo più che tardo autunno. Non ce ne saranno altri. Ma adesso basterà un Everest di cenere Per seppellire questa manciata di braci Che ancora si ostinano a bruciare? Andrea Camilleri, Il metodo Catalanotti

Ricordare

Forse sarà grato, un giorno, il ricordare anche questo. Virgilio, Eneide

Leggere

(Illustrazione di Quint Buchholz) La persecuzione contro i libri è propria di tutti i regimi dispotici, e basterebbe questo per farci amare la lettura. Corrado Augias, Leggere

Ingannarsi

(Illustrazione di Alessandro Gottardo) Vive più allegro di tutti chi sa ingannarsi meglio. Fëdor Michajlovič Dostoevskij, Delitto e castigo

Morte

(Illustrazione di Quint Buchholz) I suicidandi arrivarono unanimemente alla conclusione che, fosse anche la morte la cosa più seria di questa vita, neanche quella lo era più di tanto. Arto Paasilinna, Piccoli suicidi tra amici

Verità

(Fotogramma tratto dal film "Il grande Lebowski") Se superi la falsità dell'apparenza, la rigidità della forma, la decadenza della vecchiaia, allora non c'è nulla che ti può imbarazzare. Lorenzo Licalzi, Che cosa ti aspetti da me?

Amare

(Opera di Street Art di Antonio Tamburro a Via Margutta - Nell'ombra) Non può essere un modo di amarsi anche questo? Restare a guardarlo di nascosto, senza per forza mettere su il solito teatrino di matrimonio e figli? Marco Balzano, Resto qui

Creare

(Illustrazione di Quint Buchholz) Non bisogna lasciare che le cose accadano soltanto dentro di noi. Dobbiamo aiutarle a venire al mondo meglio che possiamo, ripensarle, riscriverle, suonarle diversamente. Tiziano Scarpa, Stabat mater

Vedere

(Illustrazione di Quint Buchholz) Li riconoscerai, lungo il cammino, quelli che gridano per davvero e quelli che fingono solo di gridare. Quelli che mentre gridano compiono lo sforzo di gettare secchiate d'acqua sul fuoco e quelli invece che gridano, ma intanto ci rovesciano sopra benzina. Allena il tuo occhio, addestra il tuo sguardo, molte sono le trappole e infiniti i labirinti in cui rischierai di perderti, ma furbo, sveglio, fico lo sarai per davvero solo quando userai il tuo tempo e la tua intelligenza per vedere. Roberto Saviano, Gridalo

Anima

Potevo fare la carità al suo corpo, ma non era il suo corpo a dargli pena: era la sua anima a soffrire, e quella io non la potevo raggiungere. Herman Melville, Bartleby lo scrivano e altri racconti americani