Passa ai contenuti principali

Strada


(Fotogramma tratto dal film "Alice nel Paese delle Meraviglie")

«Vorresti dirmi di grazia quale strada prendere per uscire di qui?»
«Dipende sopratutto da dove vuoi andare» disse il Gatto.
«Non m’importa molto...» disse Alice.
«Allora non importa che strada prendi» disse il Gatto.
«…purché arrivi in qualche posto» aggiunse Alice a mo’ di spiegazione.
«Ah, per questo stai pure tranquilla» disse il Gatto. «Basta che non ti fermi prima».

Lewis Carroll, Alice nel paese delle meraviglie

Yago Salina

Commenti

Le citazioni più popolari del mese

Consapevolezza

(Vignetta di Giulio Mosca)
Respira. È solo una brutta giornata, non una brutta vita.
Macklemore

Risveglio

Non abbiamo che questa virtù: cominciare ogni giorno la vita - davanti alla terra, sotto un cielo che tace - attendendo un risveglio.
Cesare Pavese

Sesso

Ma la verità è che il sesso è proprio al centro delle nostre astrazioni più pure.
Francis Scott Fitzgerald, Di qua dal Paradiso

Viaggio

(Illustrazione di Federica Bordoni)
Il viaggio non finisce mai. Solo i viaggiatori finiscono. E anche loro possono prolungarsi in memoria, in ricordo, in narrazione. Quando il viaggiatore si è seduto sulla sabbia della spiaggia e ha detto: "Non c'è altro da vedere", sapeva che non era vero. Bisogna vedere quel che non si è visto, vedere di nuovo quel che si è già visto, vedere in primavera quel che si è visto in estate, vedere di giorno quel che si è visto di notte, con il sole dove la prima volta pioveva, vedere le messi verdi, il frutto maturo, la pietra che ha cambiato posto, l'ombra che non c'era. Bisogna ritornare sui passi già dati, per ripeterli, e per tracciarvi a fianco nuovi cammini. Bisogna ricominciare il viaggio. Sempre. Il viaggiatore ritorna subito.
José Saramago

Amore

(Fotogramma tratto dalla serie tv "Gankutsuō")
"Ti ricordi di tuo padre, Haydèe?"
"Egli è qui, e qui" disse lei, mettendo la mano sul cuore e sugli occhi.
"Ed io dove sono?" Domandò sorridendo Montecristo.
"Tu?" Disse lei. "Tu sei dappertutto".
Alexandre Dumas, Il Conte di Montecristo