Passa ai contenuti principali

Incontro


Nel semplice incontro di un uomo con l’altro si gioca l’essenziale, l’assoluto: nella manifestazione, nell’«epifania» del volto dell’altro scopro che il mondo è mio nella misura in cui lo posso condividere con l’altro. E l’assoluto si gioca nella prossimità, alla portata del mio sguardo, alla portata di un gesto di complicità o di aggressività, di accoglienza o di rifiuto.

Emmanuel Lévinas

Yago Salina

Commenti

Le citazioni più popolari del mese

Passato

(Fotografia di Mark Shaw - Audrey Hepburn)
Quando il passato chiama, non rispondere. Non ha niente di nuovo da dire.
Anonimo

Inizio

Non saprei dire l’ora, il luogo, lo sguardo o le parole che segnarono l’inizio: accadde tutto troppo tempo fa. Comunque, mi ci trovai nel mezzo prima di sapere come fosse cominciato.
Jane Austen, Orgoglio e Pregiudizio

Pensare

- Mi pensi un attimo ogni tanto?
- Ti penso tanto ogni attimo.
Vincenzo Cannova

Infelicità

(Fotogramma tratto dal film "Anna Karenina")
No, non ti libererai e non diventerai un altro, resterai quello che sei: con i dubbi, il continuo malcontento di te stesso, gli sterili tentativi di perfezionamento, le ricadute e l’eterna attesa d’una felicità alla quale non sei destinato e che non puoi conseguire.
Lev Nikolàevič Tolstòj, Anna Karenina

Limiti

Garp stabiliva da sé dei limiti: quanto tempo e quanta pazienza era disposto a concedere a questo o a quello. Sapeva essere estremamente dolce, finché non ne aveva abbastanza della propria dolcezza. Allora cambiava registro e tirava fuori gli artigli.
John Irving, Il mondo secondo Garp