Passa ai contenuti principali

Amore

cuore_353


Eppure ognuno uccide la cosa che ama,
tutti lo devono sapere,
c'è chi lo fa con uno sguardo
e chi con le lusinghe,
il codardo può farlo con un bacio,
chi ha coraggio usa la spada!

Molti uccidono l'amore da giovani,
altri nella vecchiaia,
c'è chi strangola con mani di lussuria
e chi con quelle dell'oro:
I più pietosi usano il coltello
perchè i morti subito si freddano.


C'è chi ama troppo poco e chi troppo a lungo,
certi vendono, altri comprano.
C'è chi compie l'atto tra le lacrime
e chi senza un sospiro.
Perché ciascuno uccide l'oggetto del suo amore,
ma non tutti ne muoiono.


Oscar Wilde, La ballata del carcere di Reading

Commenti

Le citazioni più popolari del mese

Ricordare

Non provo mai rancore per nessuno... solo, ad alcune persone auguro un'improvvisa, immediata e totale amnesia del mio passaggio nella loro vita. Non mi interessa che abbiano rimorsi, rimpianti o pentimenti. È solo che alcune persone non dovrebbero avere il diritto di conservarmi nei loro ricordi. Alda Merini

Bene

Non pensare mai di aver sprecato la tua vita. Non potrai mai sapere le vite che hai toccato, le porte che hai aperto, il conforto che hai donato. Una gentilezza fatta soprappensiero. Una parola, un sorriso possono aver cambiato per sempre una vita. Il bene non va mai perduto. Charlotte Gray

Lasciare

Se dopo aver lasciato andare qualcuno o qualcosa, il tuo cuore ti fa un po' male, è tutto okay. Significa solo che i tuoi sentimenti erano genuini. A nessuno piace concludere. Ed a nessuno piace il dolore. Ma a volte, dobbiamo portare le cose che una volta erano buone per noi, ad una fine, perché sono diventate tossiche per il nostro benessere. Non tutti i nuovi inizi sono destinati a durare per sempre. E non tutte le persone che camminano nella tua vita, sono destinate a rimanere. Najwa Zebian

Eternità

(Fotografia tratta dal film "Bram Stoker's Dracula") Impedisci alla vita di separare ciò che la morte può unire. Percy Bysshe Shelley

Rimpiangere

C'è un rimpianto che le causa una stretta allo stomaco. «Noi li chiamiamo ricordi, ma siamo bugiardi», continua con un filo di voce. «Cose come questo scialle o il tuo anello» – indica la fede di oro battuto appartenuta a Ignazio – «sono ancore per una vita che se ne va.» Stefania Auci, I leoni di Sicilia. La saga dei Florio